l’uomo più potente al mondo è il narratore perché imposta una visione dei valori

 

 

 

Steve Jobs

racconto storie perché…

|

comunicazione

Da umanista formatosi nell’editoria,  nella cultura e nell’enogastronomia, ho fatto della comunicazione il naturale sbocco lavorativo della mia più grande passione, le parole. Credo che oggi il “letterato” abbia il dovere di fare del web il proprio habitat e, soprattutto, usarlo in modo edificante per sé e per gli altri.

marketing

Grazie a un Master in Marketing Management, le mie parole hanno acquisito un metodo e un obiettivo: creare valore per le persone e le aziende. Il web-copywriting è la mia passione, soprattutto quando riesco a dimostrare che con la cultura è possibile non solo mangiare ma anche vendere.

fotografia

Fin da piccolo, quando stampavo nella camera oscura nel bagno di casa, a oggi, la fotografia è uno dei miei linguaggi preferiti.
Se la parola è la mia mano destra, la fotografia è la sinistra: non si possono raccontare storie, soprattutto in rete, se non si usano bene entrambe.

i

libri

Da leggere e da scrivere. Sono la mia porta sul mondo e la mia strada per crescere: grazie ai libri, ho già vissuto centinaia di vite e superato altrettante sfide. Credo fermamente che la parola abbia un potere straordinario; per questo, cerco di capirla e di usarla al mio massimo.

percorsi

Anche di un isolato, anche  in rete, anche solo con la mente. Ogni percoso è una storia che vale la pena raccontare. Amo le bussole e le mappe, il tempo, il moto del sole e delle stelle, il muschio sugli alberi: tutto ciò che mi aiuta a tracciare un percorso e a scrivere la mia storia.

ambiente

La natura, la montagna e il trekking sono la mia medicina e un’inesauribile fonte di energia e di idee. Un uomo che non rispetta l’ambiente, per me, non può essere definito tale. Sono Guardia Ambientale Volontaria del mio territorio: avrei potuto non esserlo?

Gabriele panigada

Classe: Nel mezzo del cammin degli anni Ottanta
Luogo: In una piccola e splendida città toscana
Motto: L’uomo che sposta le montagne, comincia portando via le pietre più piccole
Segni particolari: Sono mancino, non riesco a stare senza far niente, ho un pino sulla schiena
Doti che mi riconoscono: Pazienza, costanza e dedizione, animo zen e spirito di osservazione, pensiero analitico e artistico
Formazione: Scientifica, umanistica, management
Mi occupo di: Comunicazione e marketing
Un passato da: Linguista, editor, musicista
Nel tempo libero: Scrittura, trekking, fotografia, bonsai
Ho pubblicato: Romanzi, poesie, saggi a proposito di parole e cose antiche e lontane

scrivimi